Salita al campo base dell’Everest in stile Nordic Walking

Evento Promosso da: Csen Veneto

L’idea di organizzare un trekking sull’Himalaya prende forma con l’approssimarsi del decennale di Nuovi Sentieri, sembrava l’occasione giusta per concretizzare l’idea. Dopo alcuni mesi di preparazione su e giù tra i Colli Euganei e le Dolomiti Bellunesi, il 31 Marzo 2017 finalmente i nostri ragazzi sono partiti per il Nepal.

Il trekking dura complessivamente 11 giorni, nel corso dei quali il gruppo ha percorso circa 150 chilometri e affrontato 20.000 metri di dislivello tra salite e discese, buona parte in stile nordic walking. I bastoncini Nordic Revo della Gabel si sono rivelati particolarmente utili e resistenti, e li hanno aiutati nella spinta durante le fasi di salita ed a stabilizzare il corpo nelle discese, a beneficio di schiena e ginocchia.

Il trekking al campo base dell’Everest ha dato l'opportunità ai nostri sportivi di ammirare alcune tra le più grandi montagne della pianeta e conoscere la splendida e accogliente popolazione del Nepal.

La loro avventura nella valle del Khumbu prende avvio lunedì 3 Aprile in tarda mattinata quando raggiungono, finalmente, il villaggio di Lukla (2840 m) dopo l’estenuante attesa allo scalo di Khatmandu del giorno precedente. Nonostante il disguido iniziale, un bel sole splendente, cieli azzurri e temperature relativamente miti allieteranno quasi sempre la loro permanenza nella regione himalayana. A Lukla i ragazzi affidano i loro bagagli pesanti ai docili yak che, guidati da un mandriano, che li trasporteranno pazientemente lungo i sentieri. Si mettono in cammino raggiungendo Phakding (2610) nel tardo pomeriggio. Le tappe successive sono: Namche Bazaar (3440 m), il centro più importante della vallata. A Tengboche (3880) la comitiva assiste ad una suggestiva liturgia buddista, nel santuario più importante della regione mentre a Dingboche (4360) per la prima volta sperimentano le gelide temperature notturne delle alte quote, e poi Lobuche (5010 m) e la Piramide del CNR, prima di affrontare la tappa più importante del trekking: l’ascesa al campo base dell’Everest che raggiungono, con grande soddisfazione di tutti i partecipanti, nel primo pomeriggio di domenica 9 Aprile.

Complessivamente il trekking si è rivelato un grande successo: la fatica è stata costantemente premiata dallo spettacolo di una natura estremamente variegata, talora sorprendente. Dal punto di vista tecnico alcuni tratti del percorso hanno reso piuttosto difficile il corretto utilizzo dei bastoncini da nordic walking, come la faticosa ascesa da Phakding a Namche o la sterminata morena che da Lobuche conduce al campo base. A questo proposito si consiglia l’uso dei gommini da trekking, soprattutto dove gli scalini di pietra, piuttosto frequenti, si alternano al sentiero di terra battuta.

Share

Strategy